Archivi categoria: news

LinkedIn si quota in borsa

LinkedIn Share Sale May First in Wave Social Media IPOs .jpeg

LinkedIn potrebbe essere la prima azienda americana di social-networking a quotarsi in borsa. L’offerta pubblica iniziale (IPO) consentirà all’azienda di rastrellare circa 175 milioni di dollari. Il più grande network diprofessionisti con più di 500 milioni di utenti arriva in borsa dopo gli ottimi risultati degli anni precedenti. L’anno scorso ha raggiunto e superato il break-even e in meno di tre anni ha più che triplicato il fatturato.

Molte altre aziende e start-up seguiranno LinkedIn tentando di replicare le fortune dei pionieri di Internet come Google e Amazon.  Anche Groupon Inc. dopo aver  rifiutato l’offerta di Google da 6 miliardi di dollari è in “talking”  con alcune banche per la pianificazione di una IPO già per quest’anno, mentre Facebook potrebbe quotarsi nel 2012.

Facebook è già valutata oggi  50 Miliardi di Dollari.

[via Bloomberg]

 

 

Annunci

LinkedIn il primo Social-Network in borsa

LinkedIn Share Sale May First in Wave Social Media IPOs .jpeg

LinkedIn potrebbe essere la prima azienda americana di social-networking a quotarsi in borsa. L’offerta pubblica iniziale (IPO) consentirà all’azienda di rastrellare circa 175 milioni di dollari. Il più grande network con più 500 milioni di professionisti aveva già pianificato l’ingresso in borsa dopo gli ottimi risultati degli anni precedenti. L’anno scorso ha raggiunto e superato il break-even e in meno di tre anni ha più che triplicato il fatturato.

Molte altre aziende e start-up seguiranno LinkedIn tentando di replicare le fortune dei pionieri di Internet come Google e Amazon.  Anche Groupon Inc. dopo aver  rifiutato l’offerta da 6 miliardi di dollari da Google sta discutendo e pianificando con alcune banche una IPO per quest’anno, mentre Facebook potrebbe già quotarsi nel 2012.

Facebook è già valutata oggi  50 Miliardi di Dollari.

 

 

 


Solo 4 linee

p110pica


Microsoft lancia il TouchWall

Gates: “Ogni parete diventerà un computer”

In occasione dell’ultimo Ceo Summit di Microsoft tenutosi questa settimana presso il campus di Redmond, l’architetto Bill è invece salito sul palco per “giocare” con l’ultima creatura di Microsoft, il TouchWall, un prototipo di computer a muro con mega schermo touchscreen. Arringando nel suo classico stile la folla presente all’evento, Gates ha aperto una nuova frontiera tecnologica, attraverso la quale le pareti di casa e degli uffici possono trasformarsi in computer. La logica del TouchWall è di fatto la medesima che ha ispirato la nascita di Surface, il pc integrato in un tavolino (tabletop) che si comanda con lo sfioramento delle dita e che entro il 2011 dovrebbe diventare un oggetto di uso individuale. Un prodotto consumer a tutti gli effetti, queste almeno le intenzioni ribadite a più riprese da Microsoft, quando i costi di produzione e dei materiale scenderanno (oggi questo innovativo sistema viene venduto a esercizi commerciali di vario genere, negozi, locali, shopping center) con prezzi nell’ordine dei 10.000 dollari.

Continua qui [ilsole24ore]


Shutdown Day

501C7EE9-650F-46BA-94D5-7EFEB2FFD1FA.jpg

TORONTO, 1 maggio (Reuters) – Il 3 maggio spegnete tutti i dispositivi elettronici per 24 ore e godetevi un po’ d’aria fresca all’aperto.

E’ l’invito degli organizzatori del secondo Shutdown Day globale annuale, secondo i quali usare computer, televisori e gadget elettronici ha un impatto negativo sulla società.

“Le persone non riescono a socializzare a diventano sempre più introverse”, ha detto in un’intervista Ashutosh Rajekar, cofondatore di Shutdown Day che ha sede a Montreal.

L’anno scorso il gruppo ha ricevuto 50.000 messaggi da tutto il mondo sul suo sito web http://www.shutdownday.org/, da persone che si erano impegnate a non usare dispositivi elettronici per un giorno. Quest’anno, fino a questo momento, sono quasi 12.000 le persone che si sono impegnate a spegnere tutti gli apparecchi per 24 ore.

In occasione dello Shutdown Day, il gruppo progetta di ripulire parchi e piantare alberi nella zona di Montreal, e spera che vengano organizzate iniziative del genere in tutto il mondo.

Shutdownday.org


Luci nel cielo in Arizona: è psicosi Ufo

PHOENIX – Quattro strani punti luminosi di colore rosso sono rimasti allineati in diverse formazioni per una decina di minuti.

comparsi nel cielo notturno di Phoenix hanno messo in subbuglio ufologi e migliaia di appassionati di fantascienza. Gli avvistamenti, documentati da foto e video amatoriali, ricordano in maniera impressionante la serie di luci misteriose apparse del deserto dell’Arizona undici anni fa e mai decifrate.


Ondata di spam sommerge il web indesiderati 9 messaggi su 10

Studio rivela che nei primi tre mesi dell’anno le e-mail spazzatura sono state il 92,3%. L’Italia è l’ottavo paese più colpito al mondo. Nell’Ue va peggio solo la Polonia.

Avete appena controllato la posta elettronica e la metà dei nuovi messaggi era costituita da spam? Siete stati fortunati. Secondo uno studio condotto dalla Sophos, a livello globale nei primi tre mesi dell’anno le e-mail spazzatura sono state addirittura il 92,3% del totale. Una valanga di comunicazioni indesiderate che non risparmia certo i computer italiani.

Le vittime preferite dagli spammer sono i pc statunitensi, che producono il 15,4% dello spam mondiale, e quelli russi (7,4%). Sul terzo gradino del podio sale a sorpresa la Turchia: i computer turchi compromessi contribuiscono attualmente al fenomeno inviando il 5,9% di queste fastidiose e-mail. “Gli Stati Uniti continuano a inviare una quantità di e-mail spazzatura di gran lunga superiore a quella di ogni altro paese, ma il divario con le restanti nazioni si accorcia sempre più”, dice Walter Narisoni di Sophos Italia. “Da questo si evince che gli utenti statunitensi hanno acquisito maggiore consapevolezza del problema e della necessità di proteggere meglio i propri computer”.

continua qui [repubblica.it]