Archivi del mese: agosto 2006

Stipendi che crescono

dal sito di repubblica.it…ovviamente.

Istat, a luglio crescono gli stipendi 0,5 per cento in più rispetto al 2005
Secondo i dati Istat nel mese di luglio le retribuzioni contrattuali orarie sono cresciute dello 0,5% rispetto a giugno e del 3% su base tendenziale, cioè a paragone con lo stesso periodo del 2005. L’Istat riferisce inoltre che l’aumento registrato nel periodo gennaio-luglio 2006, rispetto al corrispondente periodo 2005, è del 2,6 per cento.

leggi qui

Dalla catastorfe economica di questo paese alle entrate fiscali record. Dalla sindrome della quarta settimana senza latte agli stipendi che crescono. Dal guerrafondaio Berlusconi alla missione in Libano dalla “Enorme portata storica”….

oooooccheiii, vaaaaa bene…. è solo l’ennesima mandrakata del mortadella!!!
azz ma vanno proprio forte ‘sti qui, di questo passo a fine anno…
staremo a cavallooooooo!!!

Annunci

Google ancor più vicina a Apple

Eric Schmidt, l’attuale CEO di Google, entra a far parte del “board of director” di Apple.
Steve Jobs ha affermato che le capacità e le competenze di Schmidt saranno preziose per le future scelte della società.

continua qui


Le staminali dello scandalo

La mortificante smentita dell’ennesima conquista epocale in campo biomedico, e cioè lo sbugiardamento della scoperta di un sistema per ottenere staminali da embrioni umani senza distruggerli, annunciata con grande enfasi dai giornali di tutto il mondo la scorsa
settimana, insegna che, prima di tutto, gli articoli scientifici andrebbero letti separatamente dagli annunci e dalle interviste piene di glamour pseudoscientifico. Bastava leggere l’editoriale dell’ultimo Nature, infatti, per apprendere che “in the experiment, the embryos were dismantled cell by cell”, cioè “nell’esperimento gli embrioni sono stati smantellati cellula dopo cellula”: l’editoriale di Nature, insomma, aveva già chiaramente spiegato che l’équipe dell’Advanced Cell Technology guidata da Robert Lanza aveva distrutto tutti gli embrioni umani per ricavarne cellule staminali.

leggi qui


Bunker Hezbollah sotto il naso dell’Onu

Una rete di bunker lunga due chilometri, a decine di metri di profondità. Ma soprattutto sotto il naso dei caschi blu dell’Unifil. Una delle tante uscite dei «tunnel» sbuca poco distante da una torretta di avvistamento delle truppe Onu lungo il confine Israele-Libano. C’è da chiedersi come i soldati non abbiano potuto accorgersi dei lavori eseguiti dall’Hezbollah. O forse non hanno voluto vedere quello che accadeva poco lontano.

video


Iran – attrocità in nome del Islam!

Un bambino di 8 anni è stato preso mentre rubava un pezzo di pane in un supermercato in Iran, è stato punito in pubblico, in nome del Islam!

Il suo braccio è stato spappolato perdendone l’uso x sempre!

foto1.jpg foto2.jpg foto3.jpg foto4.jpg foto5.jpg

….senza parole


Windows: un bug ad alto rischio worm

Si prospetta come possibile uno scenario, nei prossimi giorni, che veda un’invasione di worm che sfruttano un bug presente in Windows. E’ atteso nei prossimi giorni uno scenario potenzialmente simile a quanto verificatosi, tra il 2003 e il 2004, con i due noti worm MSBlast e Sasser.

leggi qui

scarica la patch Microsoft qui


Ma che senso ha?

whats-the-point.jpg

Bella, che grande foto…certamente non sarà dimenticata!!